martedì 5 luglio 2016

IL RITMO DEL MIO CUORE, CAISEY QUINN. Recensione.


TITOLO: Il ritmo del mio cuore

AUTORE: Caisey Quinn

SERIE: Neon Dreams #1

EDITORE: HarperCollins Italia

PAGINE: 346

PUBBLICAZIONE: 23 giugno 2016 

GENERE: New adult

COSTO: € 6,99 ebook

Mi chiamo Dixie e ho diciannove anni. La mia storia è quella forse di tante altre ragazze, oppure no. Ho un fratello, Dallas, più grande di me, con lui vado abbastanza d'accordo. Viviamo con i nonni da quando i nostri genitori sono morti. Dal giorno del loro funerale per me tutto è cambiato: io e Dallas abbiamo conosciuto un ragazzo, Gavin, con lui si è instaurato da subito un rapporto di grande amicizia e complicità, tanto che abbiamo formato una country band, i Leaving Amarillo. Nome banale? Può darsi, ma Amarillo è la nostra città e vogliamo che tutti lo sappiano. I nostri concerti sono molto seguiti e abbiamo trovato anche un agente che ci segue e che pare ci farà suonare a Austin. Insomma, tutto procede senza troppi intoppi, ma solo all'apparenza, per me Gavin non è più solo un componente della band, è molto di più e la cosa è reciproca. Ho bisogno di lui, dei suoi baci, delle sue carezze e di molto altro. Dallas non credo la prenderà benissimo, la band è tutta la sua vita e io sarò sempre la sua piccola Dixie.




Ho fatto tutto il possibile per mantenere le distanze, per contenermi, per tenere la bocca chiusa e non aprirgli il mio cuore. Avrei rovinato tutto.
Una settimana. Una stanza d'albergo. La nostra opportunità di successo. Non so se ce la farò. So che devo farcela.

Credo di essermi innamorata della cover di questo romanzo a prima vista, poi i commenti super positivi di chi l'ha letto e ne è rimasto a dir poco entusiasta hanno fatto il resto. Non ho potuto far altro che catapultarmi nel mondo dei Leaving Amarillo, gioire dei loro piccoli successi, commuovermi diverse volte.
Dixie, Dallas e Gavin sono una famiglia, un trio inseparabile. Fin da piccoli hanno capito che la vita può togliere molto più di quanto può dare e hanno dovuto rimboccarsi le maniche, lottando da soli per andare avanti. Dixie e Dallas sono fratelli, hanno tre anni di differenza e quando i loro genitori sono morti in un incidente stradale, hanno perso tutto ciò che avevano. Nulla da quel giorno è stato più uguale. Avevano soltanto nove e dodici anni, quando il loro mondo è stato distrutto in maniera atroce, dura e irreversibile. Ma, come vi dicevo, la vita toglie, a volte dà. Il destino ha messo sulla loro strada Gavin Garrison, un ragazzino perso nello stesso modo in cui lo sono Dixie e Dallas, con i vestiti sporchi e i capelli arruffati, che andava in giro tutto solo alla ricerca di qualcosa da mettere sotto i denti. Oggi Gavin è il batterista della band e migliore amico di Dallas, nonché prima cotta di Dixie, e i tre hanno un rapporto speciale fatto di promesse, affetto, fedeltà. Il loro sogno è quello di sfondare nel mondo della musica e lo fanno girando il Texas con una Chrevolet Express da un concerto all'altro, disposti a suonare per chiunque sia disposto a pagarli.
E sarebbe tutto perfetto, se non fosse per ciò che Dixie prova per Gavin. Un'infatuazione, una cotta, un innamoramento, all'inizio. Una passione bruciante, folgorante, poi. Qualcosa che la ragazza, pur provandoci, non riesce più a tenere nascosta. Qualcosa che spinge da dentro la sua anima per emergere, venire fuori e mostrarsi agli occhi di tutti.

Infrango immediatamente la promessa che avevo fatto a me stessa. Quasi sicuramente non potrà mai essere mio, ma voglio che sappia. Ho bisogno che sappia quello che provo. E non solo: ho anche bisogno di sapere se lui prova gli stessi sentimenti, se anche lui sente che tra di noi c'è un feeling particolare. Se mi sogna giorno e notte come io sogno lui.
Mi faccio coraggio, mi avvicino a lui. Quando socchiudo le labbra esce tutto quello che ho nel cuore.«Voglio che mi tocchi. Prendimi, fammi tua, perché, lo sai, sono già tua. Ti voglio, voglio tutto di te. Il bene, il male, quel lato oscuro che tieni segreto e che non mostri a nessun altro. Voglio essere quella con cui passi le notti, quella con cui ti svegli, il centro di ogni tuo pensiero.»Si irrigidisce, all'improvviso. Gli occhi, la mascella, le spalle. «Stai giocando con il fuoco, scricciolo.»«Lo so» gli dico con dolcezza. «Ma non riesco a smettere. Non voglio smettere.»



La prima impressione che ho avuto è che Dixie fosse perdutamente innamorata di Gavin e, parliamoci chiaro, come biasimarla? È sexy, tatuato, fa magie sul palcoscenico, ha un sorriso folgorante e stende ogni donna che incroci il suo cammino. Quello che però mi ha lasciata perplessa inizialmente è che Gavin sembrava non ricambiare il suo sentimento, o almeno non del tutto. Il protagonista è un ragazzo schivo, che ne ha passate tante - qualcosa della sua vita negli anni dell'infanzia sarà svelata, qualcos'altro resterà in ombra fino alla fine del romanzo e suppongo l'autrice chiarirà il tutto nel seguito - che sfoga la sua rabbia nel sesso occasionale e che non ha bisogno di nessuno se non di se stesso per rialzarsi dopo ogni caduta. Un lupo solitario, come lo definisce Dixie. È chiaro che Gavin non vuole lasciarsi andare alla passione, non vuole darla vinta a Dixie, la sorellina del suo migliore amico, perchè ha promesso a quest'ultimo, anni addietro, che non l'avrebbe mai toccata, neanche con un dito. Da un certo punto in poi sarà molto più che chiaro, lampante, che Gavin sta lottando contro se stesso per non cedere alle avance della ragazza e che prova la sua stessa attrazione da sempre. Sarà dura tenere a freno la passione e ne usciranno sconfitti.

«Che cosa mi stai facendo?» È angosciato, si capisce. Non so perché lo faccia soffrire, eppure è così.
«Sei una parte di me» gli spiego. «Lo sei sempre stato.»All'inizio non dice nulla. Mi guarda come se stesse prendendo una decisione. Mi sembra di vedere i due schieramenti che si affrontano nella sua mente: lotta o fuggi.Fissa il tatuaggio per un tempo che mi pare infinito, poi finalmente mi guarda negli occhi. E lo vede. Lo sa. «Non me lo merito» geme come se provasse dolore fisico. «Sei buona, troppo per me, non posso... Ti avevo detto di non innamorarti di me.» «Me l'hai detto con dieci anni di ritardo» gli rispondo e poi lo bacio senza lasciargli il tempo di approfondire la questione.

L'intero romanzo, a eccezione dell'epilogo, è narrato dal punto di vista di Dixie. Suo è il dolore vibrante per la perdita dei genitori che dopo anni fa ancora male come il primo giorno, suo è il senso di colpa che prova nei confronti del fratello, suo è il timore che questa storia con Gavin possa distruggere la band e spezzare per sempre il loro sogno, l'unica cosa per cui valga la pena vivere. Ma, soprattutto, suo è il racconto della notte bollentissima, l'unica che Gavin le concederà per viversi appieno, scoprirsi, godere l'uno dell'altra e ritrovarsi, alla fine, più persi e spacciati di prima.
Ho amato la piccola Dixie, ha risvegliato il mio istinto di protezione, mi ha stretto il cuore in una morsa. È un'anima buona, altruista, che quando ama lo fa per davvero. È disposta a tutto, anche mettere da parte se stessa e i suoi sogni, per amore degli unici due uomini al mondo che ama alla follia. Dixie è l'anima del romanzo, nonostante abbia amato anche Gavin e sia finita anch'io nella sua trappola.
Per tutto il romanzo è stata forte la sensazione che l'autrice stesse nascondendo qualcosa di fondamentale per la svolta decisiva e ho sperato, pregato, supplicato fino all'ultima pagina di sapere. Niente... ovviamente tocca aspettare il secondo libro.
Su Dallas ho qualche riserva, non mi sono piaciuti alcuni suoi comportamenti. Da un ragazzo che dice di essere così protettivo con la sorella, in maniera quasi ossessiva, mi aspettavo tutt'altro. In certi momenti mi è sembrato un grande egoista egocentrico, una persona a cui interessa il successo a tutti i costi, anche a discapito degli affetti.




Il ritmo del mio cuore è un romanzo new adult meraviglioso, la storia di un amore impossibile, sofferto, desiderato, voluto. La storia di due cuori che battono in maniera assordante e tumultuosa nonostante tutto e tutti. Un romanzo che non vi darà pace finché non arriverete alla parola fine. Ogni sera spegnere il Kindle e smettere di pensare a Dixie e Gavin è stato duro, non riuscivo a staccarmi e la mia mente continuava a viaggiare, immaginando un possibile lieto fine per questi ragazzi con cui la vita non è stata clemente.
Consigliato. Leggetelo, leggetelo, leggetelo. Sognate con Dixie, Gavin e i Leaving Amarillo.











Nessun commento:

Posta un commento