lunedì 4 luglio 2016

BUIO & LUCE SERIES #1 e #2. OLTRE IL BUIO e LA MIA LUCE SEI TU, SARA PURPURA. Recensioni.



TITOLO: Oltre il buio

AUTORE: Sara Purpura

SERIE: Buio & Luce #1 (autoconclusivo)

EDITORE: Self Publishing

PAGINE: 287

PUBBLICAZIONE: 6 febbraio 2015 

GENERE: Contemporary Romance

COSTO: € 0,99

LINK AMAZON: http://amzn.to/29d1Rz4


Lui è Stephan Queen: dirigente dell’Elle Journal. Bello come un Dio, pieno di segreti e arrogante come pochi. 

Lei è Rachel Stone: giovane e ingenua praticante che si affaccia alla vita con eccessiva timidezza. 

Potrebbe essere una storia come tante mossa dai soliti cliché, ma per Rachel e Stephan niente è come sembra. Un passato difficile influisce sul loro presente. Un destino beffardo si diverte a intrecciare le loro vite nella maniera più improbabile. La passione che li spinge l’una verso l’altro, scandirà tragicamente il loro tempo insieme. Fra orrori, intrighi e brame di potere, il loro amore verrà messo a dura prova. La felicità è là, a portata di mano, ma qualcosa sembra sfuggirgli. 
Riusciranno ad andare oltre e ridipingere i toni di un futuro oscuro? Ce la faranno a trovare le assoluzioni che gli servono per sentirsi liberi di amarsi? 



TITOLO: La mia luce sei tu

AUTORE: Sara Purpura

SERIE: Buio & Luce #2 (autoconclusivo)

EDITORE: Self Publishing

PAGINE: 319

PUBBLICAZIONE: 9 luglio 2015 

GENERE: Contemporary Romance

COSTO: € 0,99

LINK AMAZON: http://amzn.to/29gqvju
Anne ha da sempre una cotta per Enea ma non vuole alimentarla per non correre il rischio di innamorarsi di lui: nessun uomo vale tanto, nemmeno uno straordinario e affascinante come il suo più caro amico. 


Enea ha sempre considerato Anne come la sua migliore amica finché un bacio cambia tutto e il desiderio di lei inizia a farsi prepotente. Dopo la sbandata per Rachel, però, Enea vuole solo ritrovare se stesso e ritornare a divertirsi. E' per questo che si regala una vacanza in Italia e prova a lasciarsi alle spalle tutto quanto. 

Ma potrà la distanza cancellare ogni cosa? Basterà il timore di perdere la loro amicizia a spegnere quel desiderio che ormai non riescono più a nascondere? 
Entrambi cercano di non cedere alla tentazione ma ogni sfida, ogni discussione, ogni provocazione non fa altro che avvicinarli sempre più, rendendo vano qualsiasi tentativo di allontanarsi. 
Perché, si sa, a volte la passione sconvolge i nostri piani, sovverte giochi che sembrano conclusi e ci sorprende con l'amore. 


Stephen e Rachel, Enea e Anne: due coppie, due storie ben diverse ma intrecciate, due romanzi totalmente differenti.
 

Ho apprezzato Oltre il buio, ho adorato la storia ben sviluppata, intricata, ricca di suspence ed emotività. L'autrice ha saputo ideare una trama davvero complessa non lasciando nulla al caso, stupendo il lettore e intrattenendolo fino all'ultima pagina. La narrazione, però, a tratti appariva troppo puntigliosa, quasi ossessivamente approfondita, portando la mia mente allo sfinimento. Ogni sensazione, ogni scena, ogni atteggiamento (tranne quelli inerenti alla creazione della suspence) era analizzata e sviscerata con dovizia di particolari. Non che questo sia sbagliato, capiamoci, ma questa dote (perché di dote si parla) deve essere ben calibrata. In fin dei conti sarebbe bastato rendere più agevole la narrazione e più fluido l'incedere degli eventi.



La mia luce sei tu è esattamente l'opposto. Lo stile narrativo di Sara Purpura è ben riconoscibile, ma è mutato, anzi oserei dire che è maturato. La prosa è molto più sciolta e armonica, meno tediosa ma non per questo sciatta; il periodare è equilibrato e, rispetto al romanzo precedente, risulta alleggerito. La trama è molto più simile agli standard di genere, sono presenti meno deviazioni che per fortuna vengono bilanciate dai dialoghi e dal caratterino dei due personaggi. La storia non risulta monotona, semplicemente ripercorre strade già battute e non per questo è da condannare. Avrei desiderato un finale meno frettoloso, il degno finale di un rapporto tanto sofferto quanto desiderato, ma forse sono solo troppo esigente e, diciamolo pure, rompiballe! Amo i finali a sorpresa, quelli che sconvolgono e lasciano con il fiato sospeso, quelli che dicono e non dicono spingendomi a immaginare; oppure amo i finali lunghi nei quali tutto è comprensibile, scene in cui tutta la trama trova il suo perché. Quello di La mia luce sei tu è un finale intermedio, comunque soddisfacente ma in cuor mio speravo in qualche battuta in più.


Ecco, unendo i lati positivi di entrambe le pubblicazioni (trama del primo e forma del secondo) il risultato sarebbe un romanzo di tutto rispetto. Presi singolarmente hanno qualche pecca, nulla che infici la valutazione finale perchè l'autrice ha un talento che pochi possono dire di avere: scrive bene! Sì, ci sono alcuni refusi e qualche svista, ma niente di irrisolvibile. L'unico consiglio che mi sento di dare a Sara è di cercare un buon compromesso tra le proprie peculiarità narrative e la creazione di un testo scorrevole. L'approfondimento di cui è capace è cosa buona e giusta, ma deve essere dosato e usato a proprio vantaggio. Osare, sperimentare, provare, senza però snaturarsi!


A proposito di snaturarsi... Le scene emozionali sono le più riuscite, arrivano al lettore in modo travolgente in La mia luce sei tu e ovattato in Oltre il buio, ma in ogni caso coinvolgono. Sara è molto brava a descrivere l'interiorità dei personaggi attraverso pensieri, gesti e mimica facciale: è nel suo habitat, si sente a sua agio e padroneggia benissimo le parole. Le parti maggiormente sensuali sono delicate, intriganti ma aggraziate; l'autrice esprime con garbo una sensualità dirompente, senza renderla morbosa, senza valicare i confini di genere. Non è l'atto sessuale che deve colpire e attrarre il lettore ma il contorno, l'atmosfera, la carica emotiva. Non è una questione carnale, sebbene ci sia anche questo; non è una questione di istinto e di passione, sebbene siano presenti entrambi. È un sottile gioco di sensi, emozioni e situazioni. Forse avrei osato maggiormente, avrei spinto di più sull'acceleratore dell'eros, ma a posteriori ho capito che il focus della narrazione non era questo: l'erotismo non è il fulcro delle storie di Sara, è un ingrediente e nemmeno il più importante, non è fondamentale. Senza di esse la storia starebbe benissimo in piedi, nulla mancherebbe e la trama avrebbe comunque vita propria perchè, appunto, tutto ruota intorno a ben altro.



*Recensione pubblicata in Harem's book con pseudonimo Star Anise.

BUIO & LUCE SERIES


#1, Oltre il buio

#2, La mia luce sei tu
#3, Le ombre del cuore


Nessun commento:

Posta un commento