venerdì 24 giugno 2016

SOLO UN RAGIONEVOLE DUBBIO, NICOLE LENNEK. Presentazione.


TITOLO: Solo un ragionevole dubbio

AUTORE: Nicole Lennek

EDITORE: Self Publishing

PUBBLICAZIONE: 6 luglio 2016 

GENERE: Romance Suspense 


Sara si sta godendo le meritate ferie, la sua carriera di maresciallo dei R.o.s. è a un punto di svolta. Venire inviata in Calabria nei panni di una “killer prezzolata” è l’ultima cosa che vuole. Ma ciò che dice il suo capo: “Abbiamo perso i contatti con un capitano del G.I.C.O. infiltrato” non le lascia scelta. Ma se questa le sembra una delle peggiori cose che possano accadere a un infiltrato, si dovrà ricredere. Davide non è ferito, non è scomparso, non è stato catturato, è in perfetta salute ed è anche molto affascinante, ma sembra perfettamente integrato nel clan mafioso dei Mori. Perché ha interrotto i contatti con la squadra? Mano a mano che l’indagine di Sara procederà, Davide sarà sempre più coinvolto con Teresa Mori, la figlia del boss. Una ragazza complessa. Teresa è vittima o carnefice? Davide è colpevole o innocente’ vittima di un raggiro o, ancora, complice dei delinquenti? Una lotta tra clan, un carico di droga, un carico di tritolo… tutto si intreccia. Sara e Davide si combatteranno fino alla fine, nemmeno la conclusione del caso li farà capitolare: il carattere impulsivo e orgoglioso di lui si scontrerà con quello pungente e malizioso di lei. Quando tutto sembrerà finito, quando il caso sarà chiuso, quando gli eventi sembreranno averli portati dritti al loro destino, un evento imprevedibile sconvolgerà tutto di nuovo. E saranno costretti a scendere a patti con i loro caratteri, i loro demoni, le loro forze e le loro fragilità.
«Sono un uomo dalle mille risorse, Costa, tu non mi conosci.»«No, non ti conosco, ma credo di aver capito che parli, parli, ma…» «Costa, Costa, non sfidarmi, perché poi…»

«Mmh, non sono sicura di voler entrare nella tana del lupo.»«Suvvia, non vorrai tirarti indietro. Una donna come te non avrà paura di un bravo ragazzo come me.»«Ah, bravo, eccezionale, modesto… e poi che altro? E comunque non ho paura di te ma della tua cucina!»


«Di te ormai non mi stupisce più nulla! Che dovrei fare adesso?»Sara aprì gli occhi fissandolo decisa. «Finire quello che hai iniziato… se pensi di esserne in grado!»



Nessun commento:

Posta un commento