sabato 25 giugno 2016

LE SCELTE DELLA VITA, MARY MCNEAR. Recensione.




TITOLO: Le scelte della vita

AUTORE: Mary McNear

EDITORE: Leggereditore

PAGINE: 315

PUBBLICAZIONE: 2 giugno 2016 

GENERE: Contemporary Romance

COSTO: € 4,99 ebook 12,67 cartaceo


Per Caroline e sua figlia Daisy le estati a Butternut trascorrono tra il caffè Pearl’s da gestire, le nuotate pomeridiane nelle acque del lago e la semplice quotidianità della loro piccola famiglia a due. Quest’anno però la bella stagione sembra voler riservare a madre e figlia diverse sorprese... Daisy è una ragazza studiosa e assennata, eppure il destino ha deciso di mettere sulla sua strada Will, il tipico ragazzo ribelle e sregolato da cui si è sempre tenuta alla larga ma che però, grazie alla sua vicinanza, saprà dare una svolta alla propria vita. 
Caroline invece, dopo una vita dedicata esclusivamente al lavoro e alla figlia, sembra finalmente aver trovato nel quieto e posato Buster la serenità che le è sempre mancata. Ben presto però, nell’arco di una sola estate, scoprirà che vent’anni non sono bastati a cancellare dal suo cuore la passione per l’ex marito Jack, tornato a Butternut deciso a riconquistarla. 
Tra incomprensioni, prime volte, desideri mai sopiti e primi palpiti d’amore, l’incontaminata cornice dei laghi del Minnesota vede ancora una volta protagoniste due donne straordinarie, appartenenti a generazioni diverse, che sperimentano, a loro modo, l’amore.


     

Un'altra delicata storia sulle seconde possibilità per Mary McNear.
Uno dei personaggi di questa storia, lo abbiamo già incontrato nel precedente libro della serie, e si tratta di Caroline, che ha già raccontato molto di sè e del proprio passato.
Dopo il fallimento del suo matrimonio, è stata dura tirare avanti, ma con tanta forza di volontà è riuscita a rimettersi in piedi, per se stessa e per sua figlia.
L'unica cosa che non è mai più riuscita a fare è innamorarsi di nuovo.
Forse perchè non ha incontrato la persona giusta o forse, semplicemente non l' ha più cercata.

Caroline e Daisy, madre e figlia sono due persone semplici che conducono un'esistenza modesta.
Caroline vive la sua quotidianeità portando avanti il suo locale, il  Pearl's un bar-tavola calda, e da ormai tre anni frequenta un ex militare in pensione che, per quanto non abbia mai scatenato nessuna particolare scintilla in lei, la fa stare bene e al sicuro.
Daisy invece, da tre anni frequenta l'università per diventare una psicologa.
E' sempre stata determinata sul suo futuro e si dedica con fatica e dedizione al raggiungimento del suo obiettivo, trascurando a volte la vita sociale.
Ma ogni estate ritorna sempre alla sua amata Butternut nel Minnesota, la città dove è nata e dove vive sua madre.
Durante l'ultimo anno trascorso, Daisy, riallaccia i rapporti con il padre, dopo aver perso ogni sua traccia per ben diciotto anni.
Jack, che aveva lasciato moglie e figlia per colpa della sua dipendenza dall' alcool, vuole riparare agli errori commessi in gioventù. Dopo essersi rimesso in sesto si sente pronto a cercare la figlia e finalmente scopre che persona meravigliosa è diventata.
Si frequentano e imparano a conoscersi e quando arriva l'estate, decide che è il momento di rivedere anche la sua ex moglie, Caroline.


Caroline non prende bene questo ritorno. 
Sono passati così tanti anni, e tra rabbia e delusione, non è semplice ricominciare a credere a quell'uomo che ha amato più di se stessa.
Nonostante lui non le imponga la sua presenza, lasciandole lo spazio per farle capire che è cambiato ed è pronto a ricominciare a vivere una nuova vita nel posto da cui è scappato, Caroline è reticente. Il dolore che ha patito per tanto tempo non le concede di lasciarsi andare e quelle ferite faticano ancora a rimarginarsi.
Ma si sa, il tempo guarisce anche le ferite più profonde, e quando il suo cuore riscopre amarlo ancora, quella vecchia passione travolgente e quel sentimento così soverchiante che li avvolgeva quando erano giovani, riesplode.
L'aveva amato.E aveva amato il modo in cui l'aveva fatta sentire. Perchè quando le cose andavano bene, quando erano felici, il che era successo sempre meno col passare degli anni, si era sentita così... piena.Piena di vita, e di amore.

Anche la vita di Daisy viene presto sconvolta.
Dopo aver avuto problemi con la macchina durante il rientro in paese è costretta a fermarsi presso un meccanico e qui incontra (o rincontra) Will.
Will è un ragazzo che frequentava il suo stesso liceo ma di due anni più grande.
Lui è sempre stato il classico "Teppistello" di paese, con poca voglia di studiare e una gran voglia di divertirsi.
Per lui le relazioni erano sempre state di tipo sessuale. Non ha mai avuto storie serie e nemmeno ne ha mai voluta una. Ma di Daisy si ricorda.
Si ricorda di quando giocava nella squadra di pallavolo della scuola e di quanto fosse brava.

Era stato attratto da lei, ma si riteneva una persona troppo "sbagliata" per una ragazza di quel tipo, tenendosi sempre a debita distanza.
Rivederla adesso però cambia le cose.
Lei è ancora bellissima e lui, insieme a lei, si sente diverso. Sente che può avere di più dalla vita e per la prima volta desidera una vera relazione. Amare ed essere ricambiato.
La sua storia però non è mai stata semplice, con una infanzia piena di difficoltà, ma Daisy gli farà capire che insieme potranno darsi una possibilità e che lui può essere chi vuole, soltanto se lo vuole.

Fin da piccolo aveva deluso tutti gli adulti della sua vita: il padre, gli insegnanti, addirittura la madre, supponeva.
Ma aveva presto imparato che quella delusione aveva un vantaggio.
Perchè meno le persone si aspettano da te, meno devi impegnarti, e meno devi impegnarti meno ti devi interessare.
Ben presto Will aveva fatto del disinteresse un'abitudine, anzi un dogma.


Una storia sulla difficoltà di concedere e concedersi seconde possibilità. Tenera e toccante ci dimostra che bisogna imparare a non giudicare il prossimo senza conoscerne le origini e quando è possibile bisogna essere tanto altruisti da tendere una mano per aiutare l'altro a rialzarsi, perché a volte da soli non ci si salva. Le seconde possibilità esistono. E sono meravigliose!
Uno stile semplice e scorrevole per una lettura che vi consiglio vivamente.


Nessun commento:

Posta un commento